Tutorial avanzato 1: modellazione di anello con volto umano da una sfera

Il Tutorial e’ indicato a chi gia’ utilizza Rhinoceros a un buon livello.

Iniziamo facendo  uno schizzo a mano dell’idea di anello che vogliamo creare

0 (Copia)
Disegnamo  in Rhinoceros una circonferenza  che indica la taglia e una sfera proporzionata all’ingombro che vogliamo dare all’anello.Col comando ricostruisci  aggiungiamo 8×8 punti.

a (Copia)
Carichiamo le Bitmap nella vista superiore e laterale come riferimento da ricalcare.

a0 (Copia)
Col comando inserisci nodo aggiungiamo in entrambe le direzioni ulteriori gruppi di punti nelle zone dove vogliamo avere un maggior controllo dei dettagli

a1 (Copia)
Attiviamo i punti della superficie e con l’aiuto del gumball e le selezioni di punti U e V  modellare la forma nelle viste alzando, abbassando, avvicinando e allontanando gruppi di punti per abbozzare la forma iniziale, cominciando dal profilo laterale.

Ricordiamoci sempre di muovere in maniera simmetrica i punti per evitare che ad un certo punto mezzo viso sia regolare e l’altro deforme.Teniamo quindi sempre sott’occhio tutte le viste nonostante lavoriamo su una vista alla volta.

b2 (Copia)

Quando abbiamo la forma base iniziamo ad aggiungere dettagli alla bocca e la zona delle sopracciglia per dare espressivita’.

c (Copia)c2 (Copia)
Diventa uno scolpire la sfera aggiungendo se serve ulteriori nodi nelle parti piu’ dettagliate.

 

c3 copia (Copia)c6 copia (Copia)

 

c8 copia (Copia)c9 (Copia)

Quando il viso ci soddisfa andiamo a modellare il gambo.Estrudiamo la circonferenza del anello per aver meglio chiara quale forma dare lateralmente e per tenere sotto controllo gli spessori del gambo(che controlleremo con le Quote).

g (Copia)

Attiviamo i punti e stringiamo la parte sotto della sfera fino a darle una forma che sfumi regolarmente.

g1 (Copia)
Ora ci tocca svuotare l’anello qualora volessimo alleggerirlo per diminuirne il peso.

Possiamo farlo in vari modi:

g2 (Copia)

-Il primo e’ usare il comando offset, che pero’ spesso anche diminuendo la tolleranza, crea superfici difettate che si intersecano.

E’ possibile attivare i punti dell’offset e ricostruirlo per  correggere gli errori.

g3 (Copia)

-L’alternativa e’ estrarre delle sezioni dal originale e fare l’offset dello spessore che ci serve.Ora possiamo usare il comando Rete di curve.

g3a (Copia)
La Rete di curve e’ un comando molto utile soprattutto perche’ possiamo, spostando i punti delle curve, modificare in storia la superficie in maniera semplice e mantenendo come risultato una superfice senza rotture.

g3c (Copia)

Allo stesso modo della principale, stringiamo la parte sotto dello svuotamento e ci accertiamo di lasciare una zona non svuotata dove verranno timbrati gli anelli con eventuali loghi e titoli del metallo.

Effettuiamo le differene boleane tra le 3 superfici ed e’ fatta!

g4 (Copia)